A Rosario

Immagine.jpg
Narni Fumetto, Settembre 2010
Ci sono eventi che ti mostrano quanto un uomo sia incapace di controllare certe situazioni. Trascorriamo una vita alla ricerca di una stabilità che ci permetta di essere felici, eppure non ci sarà mai nulla in grado di eliminare il male dalla nostra esistenza.

Con gli anni si impara a convivere con le più disparate paure e i più variegati dolori, cercando appigli che ci aiutino a star bene e a far fronte a tutto.

Oggi il cielo già nuvoloso è ancora più cupo, perché ho perso un grande amico con cui ho avuto modo di imparare tanto. Non so se queste parole ti raggiungeranno laddove sei adesso, ma in cuor mio so che sei sempre stato consapevole di quanto importante fossi per me.

Avevo da sempre temuto questo momento. Anche tu eri conscio di come sarebbe andata a finire, eppure non hai mai perso la speranza di andare oltre tutto con i tuoi sorrisi e le tue battute. Mi hai sempre rassicurato con la tua ilarità e mi hai permesso di percepire la tua grande forza d’animo.

Io non so combattere il dolore quanto te, né credo che potrò mai farlo, ma sono qui a scrivere perché probabilmente è la cosa che mi riesce meglio quando voglio esternare i miei sentimenti.

Sei sempre stato un esempio. Mi hai insegnato a perdonare quando nessuno lo avrebbe fatto, ad assaporare ogni sensazione vissuta, a dare valore a ogni secondo in compagnia di una persona cara anche se in silenzio.

Immagino di non poter dire di aver carpito l’essenza di questa esistenza, ma tu hai contribuito a renderla più nitida di quanto auspicassi. E nella mia mente, nel cuore e nell’anima, tu sarai sempre presente per l’inestimabile arricchimento che mi hai donato.

Sono onorato di essere stato tuo amico, e continuerò a esserlo in ogni palpito di spirito.

Alla fine, sei riuscito a diventare il guerriero valoroso di cui vedevamo nei fumetti, i film e i videogiochi che tanto ci appassionavano; quello che alla fine sconfigge le avversità e riporta la pace. Tu lo hai fatto con me e con tutti coloro di cui hai toccato le vite.

Ora corri tra le stelle con la Punto blu che tanto hai amato, e vola lontano per assaporare il profumo della libertà. Io custodirò le cene e i pranzi assieme, le notti insonni a programmare e i racconti che ci facevano sognare ad occhi aperti.

Adesso schiudi il tuo cuore all’universo, diventa parte di esso e rendi gli astri più luminosi.
Ti voglio bene, Rosario.
Grazie.

Una risposta a "A Rosario"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...